Reparto 2017-06-01T21:38:44+00:00

REPARTO “GUILLEMIN”

“UNO SCOUT E’ UN UOMO PASSABILE IN UN SALOTTO, INDISPENSABILE IN UN NAUFRAGIO” [B-P]

Ciao, siamo Chiara e Francesco, alias i Capi del Reparto GUILLEMIN.
Ci chiamiamo così in onore del nostro fondatore: DON GUGLIELMINO o, come lo chiamiamo noi, BALOO.
Il nostro è un Reparto misto, ovvero che accoglie ragazzi e ragazze dai 12 ai 16 anni; è composto da 2 Squadriglie maschili, la
Sq. Pantere e la Sq. Aquile, e 2 femminili, la Sq. Antilopi e la Sq. Gazzelle.
Caspita… che cosa dire della vita di Reparto? Beh… innanzitutto cominciamo dal motto della nostra Branca: ESTOTE PARATI, ovvero SIATE PREPARATI.

Già, ma preparati a cosa…? Al REPARTO… l’età dell’avventura!

Compiere straordinarie imprese, sognare qualcosa di grande, vivere meravigliose avventure nelle quali mettere alla prova le proprie capacità, trovarsi in gruppo a fare una banda che fa progetti in proprio, che aiuta a superare le difficoltà, che ha i suoi segreti, che offre amicizia. E sognare, sognare tutte queste cose cercando un modo per realizzarle talvolta confuso e modesto, ma generoso: ecco la fotografia di questo fascio di irresistibili energie che sono i ragazzi dai 12 ai 16 anni.

Lo scautismo propone loro spazi e tempi originali:

  • La Squadriglia
  • Il Reparto
  • L’Impresa
  • La Progressione Personale
  • L’Alta Squadriglia

Le nostre attività si svolgono di norma la domenica, ma talvolta è necessario impegnarsi anche durante la settimana. Così pure per realizzare imprese e vivere l’avventura è necessario un fine settimana e sono previsti un campo estivo, uno invernale e, talvolta, per l’Alta Squadriglia, un campo di Pasqua.
Il nostro motto è: “Sii Preparato” ed indica il modo di vivere, di comportarsi di un Esploratore e di una Guida, sempre attenti alle realtà, sempre disponibili ad aiutare e collaborare, sempre pronti a dimostrare e a mettere a frutto le nostre capacità. Tutto questo in un clima ed uno stile che il Reparto vive secondo una legge accettata e continuamente verificata. Ma perché questo si realizzi è importante che i ragazzi partecipino alle attività in modo costante, perché ogni singola persona ha un suo ruolo ben preciso, che permette alla Squadriglia di lavorare con successo.
Come abbiamo detto, all’interno del Reparto ci sono dei piccoli gruppi, le Squadriglie, che lavorano in autonomia, guidate dal capo Squadriglia; per questo non ci sarà più il capo Reparto che chiama a casa il singolo ragazzo/a come avveniva nella branca L/C, ma sarà il capo Squadriglia ad avvisare ogni squadrigliere.

LA SQUADRIGLIA

La Squadriglia o Sq. è una “banda” di ragazzi in gamba che sono sempre pronti a lanciarsi in nuove avventure, ed è composta da 6-10 ragazzi di età diverse. Uno di loro è il capo.
Oltre alla figura del capo Sq. e del vice, ciascun ragazzo ricopre all’interno della Sq. un incarico e un posto d’azione.
L’incarico è il posto che ciascuno occupa in maniera permanente, mentre il posto d’azione viene occupato quando, appunto, la Squadriglia entra in azione (missione, imprese, ecc.). La Sq., per le sue attività, ha del materiale che ciascuno è chiamato a tenere efficiente in riferimento al proprio incarico.
Ogni Sq. ha un suo emblema che si chiama Guidone, un pezzo di stoffa triangolare che riporta la sagoma dell’animale di Sq.

IL REPARTO

È formato da più Squadriglie, ed è una comunità di ragazzi il cui scopo è quello di realizzare imprese divertenti e che ti permettono di diventare sempre più in gamba.
La vita di Reparto è ricca di avventure, di notti attorno al fuoco, di imprese indimenticabili nelle quali l’Esploratore/Guida si troverà lanciato.
Avrà sempre, accanto, qualcuno su cui contare fino in fondo.
L’insegna del Reparto è la fiamma, costituita da un triangolo di stoffa che riproduce i colori del gruppo e reca al centro l’emblema dell’associazione.

L’IMPRESA

La vita dell’unità è un susseguirsi di imprese di Reparto, di Squadriglia e di Alta Squadriglia.
Si tratta pertanto non di semplici esercitazioni tecniche, né di giochetti, ma di realizzazioni impegnative che vogliono incidere sulla realtà, anche se sempre studiata a misura dei/delle ragazzi/e e non degli adulti.

Ogni impresa è scandita da sei fasi: ideazione, lancio, progettazione, realizzazione, verifica, fiesta.

La struttura delle fasi è tale da richiedere uno spirito di collaborazione che deve coinvolgere tutti i ragazzi e le ragazze. L’impresa deve realizzarsi in un periodo di tempo non troppo lungo, e richiede: partecipazione organizzata di tutti, preparazione e realizzazione accurata.
Questo stile deve valere non solo per un momento particolare dell’impresa, ma in tutta la vita di Reparto: il sentiero di ogni Esploratore e Guida, le riunioni e le uscite di Reparto, di Squadriglia o di Alta Squadriglia, i campi e così via dovranno essere permeati da questo stile. L’impresa è prima di tutto uno stile, un modo di fare le cose.
È un metodo per imparare a progettare ciò che vogliamo essere e ciò che realizziamo, e ad esserne consapevoli.

LA PROGRESSIONE PERSONALE

È il cammino di crescita personale, che viene scelta dal ragazzo con l’aiuto della comunità. Questo cammino viene simboleggiato dalle Tappe, che sono: la Scoperta, l’Autonomia, la Responsabilità.
Per avanzare da una tappa all’altra ogni ragazzo si fissa delle mete e degli impegni concreti e proporzionati, che verranno verificati dal Consiglio della Legge.

L’ALTA SQUADRIGLIA

L’Alta Squadriglia è l’ambiente educativo offerto ai/alle ragazzi/e più grandi del Reparto per rispondere meglio alle esigenze mutate nel passaggio dalla pre-adolescenza all’adolescenza. Lo stile e il clima dell’impresa che si vive in Alta Squadriglia si propone pertanto di aiutare i ragazzi e le ragazze ad affrontare la ricerca della loro nuova identità nel rapporto con se stessi, con i coetanei, con gli adulti e non ha compiti di gestione del Reparto.
È formata dai ragazzi e dalle ragazze del Reparto che, per la loro maturazione personale, manifestano l’esigenza di farne parte, insieme al capo e alla capo Reparto. Sono i capi Reparto che invitano l’Esploratore e la Guida, in qualsiasi momento dell’anno, a valutare e scegliere la partecipazione alla vita dell’Alta Squadriglia. Non vi si accede né perchè si è capo o vice capo Squadriglia, né per meriti.
L’Alta Squadriglia svolge le attività in momenti diversi e indipendenti dalla vita del Reparto.
L’attività di Alta Squadriglia è ricca di elementi del metodo E/G (avventura, vita all’aperto, impresa ecc.) e di elementi peculiari (riflessione, confronto ecc.), adatti all’età. Proprio come in Reparto, anche in Alta Squadriglia si vive una catechesi sistematica, e si sviluppa l’abitudine a pregare la Parola di Dio e a verificare con essa la propria vita.

Scrive B-P nel libro “Scoutismo per ragazzi”:
“… Un vero scout è considerato dagli altri ragazzi e anche dai grandi come un uomo di cui ci si può fidare, un uomo che non mancherà mai al suo dovere, anche se questo comporta rischi e pericoli, un uomo gaio e allegro, nonostante possano sorgere grandi difficoltà. Ragazzi, non diventate scouts soltanto perché è un simpatico divertimento, ma perché diventandolo, vi preparerete ad essere buoni cittadini, non soltanto della vostra Patria, ma del mondo intero…”.

Se siete curiosi venite a trovarci all’ONARMO oppure contattateci!

ENTRA NEL GIOCO, GIOCA LA TUA PARTE!

Il segreto della vera felicità sta nel far felici gli altri! Procurate di lasciare questo mondo migliore di come lo avete trovato e, quando suonerà la vostra ora di morire, potrete morire felici nella coscienza di non aver sprecato il vostro tempo, ma di avere fatto del vostro meglio”

Dall’ultimo messaggio di B-P agli scout

ISCRIVITI
DONA ORA